Comunicazione

Calorimetri shashlik segmentati longitudinalmente e letti da SiPM: l'esperimento SCENTT.

Berra A., Brizzolari C., Cecchini S., Cindolo F., Jollet C., Longhin A., Ludovici L., Mandrioli G., Mauri N., Meregaglia A., Paoloni A., Pasqualini L., Patrizii L., Pozzato M., Pupilli F., Prest M., Sirri G., Terranova F., Vallazza E., Votano L.
  Venerdì 30/09   15:00 - 18:00   Edificio Psicologia 2 - Aula 3F   I - Fisica nucleare e subnucleare
SCENTT è un progetto INFN dedicato allo sviluppo di calorimetri shashlik segmentati longitudinalmente e letti da SiPM di ultima generazione per applicazioni in fisica dei collider e del neutrino. L'elemento base del calorimetro è un modulo ultra-compatto ferro/scintillatore (sezione $3\times 3$ cm${}^{2}$) letto da 9 fibre WLS, ciascuna accoppiata a un SiPM di area $1\times 1$ mm${}^{2}$ e 2500 celle $20\times 20 \mu$m${}^{2}$. I SiPM sono integrati nel bulk del calorimetro e sono letti tramite digitizer di 500MS/s (14 bit). Il contributo presenta i risultati dei test 2015-2016 sulla linea PS-T9 del CERN, dimostrando la possibilità di realizzare calorimetri shashlik segmentati longitudinalmente senza disuniformità o zone morte.